Il Cinema Ritrovato – Chi governa l’universo? La recensione di The Masque of the Red Death di Roger Corman

Regia: Roger Corman

Sceneggiatura: Charles Beaumont, R. Wright Campbell

Produzione: Roger Corman per Alta Vista Productions, Anglo-Amalgamated Productions, American International Pictures (AIP)

 There are chords in the hearts of the most reckless which cannot be touched without emotion, even by the utterly lost, to whom life and death are equally jests, there are matters of which no jest can be made.

Edgar Alan Poe – The Masque of the Red Death

Prendi Edgar Alan Poe, Boccaccio e Ingmar Bergman. Il risultato, voluto solo in parte, è una diabolica carnevalesca al confine tra l’incubo e la morte.

Presentato in versione restaurata alla 32esima edizione del Cinema Ritrovato, The Masque of the Red Death di Roger Corman è il punto più alto del ciclo di adattamenti dei racconti di Poe realizzati dal regista, nonché il debutto dell’espressionismo fotografico di Nicolas Roeg (Doctor Zivagho, Fahrenheit 451, James Bond 007 – Casino Royale) e l’elezione di Vincent Price a musa di Corman.

Price, che sarà infatti il protagonista della maggior parte dei racconti ispirati al poeta inglese, interpreta qui il principe Prospero, un sadico regnante i cui domini sono flagellati da quella che viene chiamata la Morte Rossa, un’epidemia che ha decimato gran parte dei villaggi circostanti il palazzo in cui Prospero, assieme a decine di invitati, decide di rifugiarsi e di passare il tempo con sfarzosi banchetti, feste e ricevimenti.

La Morte rossa non mancherà di penetrare anche a palazzo, tradendo le convinzioni di invulnerabilità di Prospero in questo adattamento convinto fedele di Satana e quindi auto presunto intoccabile. Magistrale la scena madre dell’epidemia a palazzo, con la rivelazione – ben diversa dal racconto di Poe – del vero volto dietro la Maschera rossa.

Inevitabile poi il paragone cinematografico con Det sjunde inseglet, cui Corman temeva a tal punto la vicinanza che posticipò appositamente di quattro anni la distribuzione di The Masque of the Red Death. Il film, il cui ‘ritardo’ fu dovuto anche all’attento studio dell’opera originale, non mancò di attirare gli occhi indiscreti della critica, ottenendo un riconoscimento maggiore dell’effettivo successo al botteghino.

Finanziato dalla George Lucas Film e presentato in sala dal Presidente dell’Academy Film Archive John Bailey, prezioso ospite fisso del Ritrovato, il restauro del film è stato presentato per la prima volta al pubblico proprio in quest’occasione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: